UN PONTE GETTATO VERSO UNA RIVA INVISIBILE

“Oh, quanto deve dileguare perché lo afferriate!”
(R.M. Rilke, Sonetti a Orfeo)

Un invisibile cui forse non approderemo mai. Ma le nostre immagini, così traslate e impossibili, vivono. Dissennate ma tremendamente reali, contrapponendo la follia di un oggi così ramificato e complesso ad un fare visivo ancora anacronisticamente dimostrativo, sono di tutti noi, attingendo all'”eterno profondo” che ci tormenta ed esalta. L’errore ci aiuta, l’arte ci fa salvi.

.